Quanto guadagna un educatore di comunità?

Nel corso degli anni, la figura di educatore ha subito grandi cambiamenti.
Se prima poteva sembrare una figura accessibile da diverse fasce di istruzione, oggi richiede un requisito essenziale, ossia la laurea. Per diventare educatore bisogna possedere la laurea di Scienze della Formazione o di Educazione Professionale (è sufficiente quella triennale): la prima è volta principalmente all’ambito sociale mentre la seconda quasi solitamente all’ambito sanitario.
In seguito alla laurea bisogna iscriversi ad un albo e poi in alcuni casi effettuare dei concorsi.

Quanto guadagna un educatore?
Non si può fare una stima ben precisa poiché bisogna tener conto di alcuni fattori, come ad esempio il tipo di mansione che la persona svolge nello specifico, l’anzianità, le ore di lavoro effettuate a seconda del contratto e tanto altro ancora. Si può dire però, che se si stabilisce un accordo lavorativo serio, l’educatore può guadagnare anche 10 euro l’ora. La fascia più diffusa è quella che guadagna dalle 5 alle 7 euro l’ora.
Bisogna allo stesso tempo calcolare che è nella maggior parte dei casi part-time e mensilmente lo stipendio si può aggirare anche sui 600 euro.
Insomma ben poco, se si pensa a tutto ciò che c’è dietro: la pazienza del relazionarsi con persone che hanno diverse difficoltà (fisiche o psichiche) e i tutti gli altri sacrifici a livello sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *